Gli Araldi del Vangelo al Cattedrale di Ischia

Pubblicato: Ultima modifica: marzo 31, 2017

Fatto da Maicon Beckhauser

 

LA VISITA DELLA MADONNA DI FATIMA AD ISCHIA: UNA PIOGGIA DI ROSE

Il 19 maggio la statua pellegrina della Madonna di Fatima, accompagnata dagli Araldi del vangelo fra Plinio e fra Christian, ha per la prima volta solcato il mare del Golfo di Napoli, per giungere nella meravigliosa isola di Ischia.

Lungo la traversata gli Araldi hanno subito vissuto un’esperienza molto bella perché’, il comandante della nave ha fatto radunare tutti i passeggeri nel salone centrale, dove tutti insieme, intorno alla Statua della Madonnina, hanno pregato commossi per quella bella “sorpresa” che Maria aveva riservato per loro! Giunti a Ischia, alle 18.30, con grande gioia e commozione, la comunità parrocchiale di S. Maria Assunta nel Santuario di S. Giovan Giuseppe della Croce, ha accolto la Mamma Celeste all’ingresso di Via Seminario. Un lungo applauso e un bel canto mariano hanno accompagnato la statua pellegrina della Madonnina di Fatima lungo la strada fiancheggiata da tantissimi bambini che sventolano fazzoletti bianchi e azzurri. In cattedrale, il nostro carissimo parroco don Carlo Candido, ha incoronato Maria, le ha posto la corona del S. Rosario tra le mani ed ha celebrato la Santa Messa, molto sentita e partecipata, da una numerosa assemblea di fedeli, parrocchiani e non.

Ogni mattina, dopo il saluto a Maria, il S. Rosario, la Santa Messa e le lodi, gli Araldi del Vangelo hanno accompagnato, insieme a ministri straordinari dell’Eucarestia e a volontari della parrocchia, la statua della Madonnina di Fatima nelle case di ammalati e anziani, sempre della nostra parrocchia. E per loro è stato molto bello incontrare anche un nonnino di ben cento anni! A tutti hanno donato parole di gioia e di conforto. Bella esperienza è stata vissuta anche facendo visita al centro oncologico e al centro emodialisi della nostra isola. I pazienti, con sguardo commosso e fiducioso, hanno offerto a Maria il proprio dolore ed hanno chiesto, se è volontà del Padre, la guarigione sia fisica che spirituale. Pomeriggio e sera invece, la statua della Madonnina di Fatima, è sempre stata presente in parrocchia, dove la Santa Messa serale, animata ogni sera da uno dei cori parrocchiali, è stata sempre preceduta dal Santo Rosario e dal canto dei Vespri.

Domenica mattina, durante la Santa Messa delle 11.30 animata dal coro dei bambini, sotto lo sguardo materno di Maria hanno ricevuto per la prima volta Gesù Eucarestia 31 bambini della parrocchia. La Santa Messa serale è stata invece presieduta dal nostro vescovo Mons. Pietro Lagnese e, al termine, abbiamo vissuto momenti di grande emozione durante la fiaccolata svolta all’interno della cattedrale stessa, illuminata solo dai flambeaux, e con una cascata di petali di rose al canto del “13 maggio”. Gli occhi di ognuno di noi puntati sullo sguardo tenero di Maria, come se Lei dialogasse singolarmente con ciascuno di noi! Il parroco,, grazie alla generosità dell’associazione Madonna di Fatima, poi ha distribuito a tutti di una corona del rosario in legno con libricino. Martedì 24 maggio, a conclusione della missione, la S. Messa è stata celebrata all’aperto, animata dal bellissimo e numeroso coro delle mamme, in un tranquillo angolo immerso nel verde. Don Carlo ci ha fatto dono ancora una volta di una bellissima e significativa omelia e ha poi ha fatto la consegna  del’ottava icona per l’apostolato di Maria, che nella nostra parrocchia è presente dal mese di settembre dello scorso anno. Prima della benedizione finale, sono state bruciate le lettere scritte a Maria da tutti noi nel mese di maggio e lasciati volare via tanti palloncini bianchi e azzurri che hanno portato con se i fioretti di questo mese. E, dopo una profonda meditazione su Maria, il parroco ha ringraziato di cuore gli Araldi del Vangelo per quanto in questa missione ci hanno donato, ha fatto la foto con loro e con i coordinatori delle icone e ci ha benedetti. Gli araldi hanno donato un bellissimo quadro della Madonna di Fatima con un piccolo riquadro che riprendeva l’incoronazione fatta il primo giorno dal nostro parroco don Carlo.

Una breve processione ha preceduto il saluto a Maria da parte di tutti i fedeli che hanno chiesto, con gioia e insistenza, il ritorno della missione nella nostra parrocchia per poter ricevere ancora tante Grazie e avere l’occasione di pregare così intensamente. Grazie Gesù per quanto ci hai donato attraverso Maria che, come dice il nostro parroco, è Paradiso di Dio!

 

 

Non ci sono commenti 285

Lascia un commento